Damose 'na Movida

Mentre tante "forze politiche" demonizzano la "Movida" noi del Movimento Storico Romano la esaltiamo, oltre ad essere una notevole fonte di reddito e lavoro per tanti ristoratori è indispensabile in una Città storica e dinamica che dovrebbe vivere esclusivamente e ininterrottamente di Turismo Culturale e ludico.

Riunione Lista Nerone

Si è svolta la I° Riunione in presenza degli attivisti della Lista Nerone. Complimenti a tutti i relatori e gli intervenuti. Stiamo costruendo un nuovo modo di fare politica. Coerenza e semplicità i nostri punti di partenza.

Comunicato Stampa

MOVIMENTO STORICO ROMANO Roma, data 7 Aprile 2021

COMUNICATO STAMPA

NERONE NON SI TOCCA!

Il Presidente del Movimento Storico Romano e candidato Sindaco di Roma Capita- le Sergio IACOMONI detto NERONE stamane ha così commentato la notizia ri- portata dalla stampa dell'assegnazione del PREMIO NERONE 2021 alla Sindaca di Roma Capitale VIRGINIA RAGGI da parte del CODACONS:

<<Apprendiamo da fonti giornalistiche che il CODACONS dell'Avv. Carlo Rienzi avrebbe appena consegnato a Virginia RAGGI, Sindaca di Roma Capitale, il pre- mio NERONE 2021.
Rienzi e il Codacons si sciacquino la bocca prima di parlare a sproposito di Nerone.

Si rileggano la storia.
Lo facciano consultando ad esempio la biografia neroniana di Philipp VANDEN- BERG o il saggio di Massimo FINI o ancora la trilogia recentissima di Alberto ANGELA.

NERONE è stato una figura storica, che merita di essere riabilitata e soprattutto assolta dall'accusa di avere ordinato l'incendio di Roma del luglio del 64 dopo Cristo, scoppiato mentre Nerone si trovava nella sua villa di Anzio, città nativa. NERONE, rientrato di corsa a Roma, avrebbe addirittura aperto al popolo sofferente i giardini della DOMUS AUREA!

Tanto amato dal popolo romano che per centinaia di anni portò fiori alla sua tomba a Piazza del popolo, proprio per questo poi spostata a Tomba di Nerone (zona periferica di Roma)

La sua più grande colpa è stata assecondare chi incolpava i cristiani dell'incendio. Anche per riparare a questo torto è giusto, come proponeva Marco PANNELLA e come recepito nel nostro programma, che il PAPA possa esprimere un suo delegato- osservatore (senza diritto di voto) nell'Aula Giulio Cesare.

Il CODACONS è una associazione meritoria di legali per la tutela del consumatore. Sarebbe ancor più meritorio se le chiamate al CODACONS diventassero gratuite.

Quanto a VIRGINIA non vorrei che tra un pò venisse accusata da qualche farneticante di avere incendiato lei gli autobus dell'Atac, come accadde 2000 anni fa a Nerone. Virginia ha tante altre responsabilità, non questa!
Una su tutte: l'essersi circondata in Campidoglio di persone spesso non adeguate e non tutte raccomandabili.

D'altronde NERONE ha avuto SENECA come maestro. Lei ebbe CESARE... PREVITI.

Certo - ammette IACOMONI detto NERONE - anche NERONE aveva i suoi intriganti a Corte.

Noi del Movimento Storico Romano non cadremo nello stesso errore: una volta conquistato il CAMPIDOGLIO sceglieremo persone di esperienza e soprattutto che hanno dimostrato amore e dedizione per Roma con i fatti.

E per noi i politici che rubano nelle tasche dei romani, purché condannati in via definitiva, potranno pure aiutare a tappare le mille buche nelle strade lasciate dalla Giunta RAGGI!>>.

PETIZIONE - I 15 Presidenti di Municipio al Campidoglio

Sergio Nerone Iacomoni: modificare l’ordinamento della Capitale per dare più peso decisionale ai parlamentini. L’auspicio è che la proposta sia recepita in tempi brevi

«Ho presentato una petizione urgente a Camera e Senato, assieme ai sei coordinatori del Movimento Storico Romano, per modificare l’ordinamento di Roma Capitale. L’obiettivo è quello di dare più peso ai Municipi nelle scelte politiche del Campidoglio. Oggi, infatti, i 48 consiglieri che siedono nell’aula Giulio Cesare possono essere eletti anche con duecento voti, a fronte delle decine di migliaia di preferenze ottenute dai presidenti di Municipio».

Lo ha reso noto Sergio Nerone Iacomoni, presidente del Movimento Storico Romano.

«Con la petizione chiediamo che i consiglieri eletti con le preferenze scendano da 48 a 33, e che i seggi mancanti vengano assegnati ai 15 Presidenti municipali. La nostra proposta non altera minimamente la stabilità di governo in Campidoglio, assicurata dal premio di coalizione spettante al Sindaco, assodato che per i Municipi si vota in contemporanea con il Comune», ha spiegato Sergio Nerone Iacomoni.

«Tra l’altro i cittadini risparmierebbero milioni di euro, pari agli esborsi per 15 consiglieri per 5 anni di mandato nell’Aula Giulio Cesare, tra gettoni di presenza e altri rimborsi e spese per collaboratori, visto che i Presidenti di Municipio hanno già una loro indennità di carica e dei loro uffici a disposizione», ha sottolineato Sergio Nerone Iacomoni.

«Roma nasce dalla fusione di tre popoli: inventa il federalismo, quello sociale con le XII Tavole e quello territoriale con il Foedus Cassianum; dà impulso a istituzioni come i comizi curiati e tributi, ai vici e ai rioni di Augusto. Nel medioevo i caporioni acquisirono, in alcuni momenti, grande autonomia. Dobbiamo solo ripassare la gloriosa storia di Roma e apprendere da essa per costruire un futuro migliore», ha ricordato Sergio Nerone Iacomoni.

«Auspico che la petizione venga recepita dai parlamentari, i quali potranno così impegnare il Governo, con un atto di indirizzo, a modificare con la massima celerità l’ordinamento di Roma Capitale», ha concluso Sergio Nerone Iacomoni.


Oltre il Pomerio

A Dispetto dei Giornali Romani il Movimento Storico Romano fa parlare al Nord d'Italia con un nostro Candidato Giammarino Maurilio Colnago, conosciuto a Roma come MECENATE, in Provincia di Monza fa scalpore la sua Candidatura sulla LISTA NERONE a Consigliere Comunale in Campidoglio.

SOS di Nerone per il TitaNicola

«È il manifesto del degrado di Roma». Il traghetto Tiber II, lungo 37 metri, è spiaggiato sulla banchina del Tevere da 13 anni e a quanto pare è anche… abitato. A segnalare l’ingombrante presenza è il Movimento Storico Romano, che si rivolge direttamente a Comune e Regione: «Come fanno a non vederlo?».

«Un mostro di ferro, ruggine, plastica, incrostazioni, materiali in disfacimento, contenente due grossi motori, serbatoi, batterie e tutto ciò che serviva per navigare, evidentemente deleterio per la salute del territorio e del fiume. È un impatto ambientale lungo 36 metri e largo 8 che sta lì, nel silenzio delle istituzioni, riverso sulla banchina di lungotevere della Vittoria, in parte celato dalla vegetazione incolta. Sta lì, su un’area pubblica, dal dicembre del 2008, quando ruppe gli ormeggi in occasione della grande piena. Da quasi 13 anni, dunque. È ben visibile dalla strada, dalla ciclabile, dagli edifici che si affacciano sul fiume, dai circoli sportivi. E pure dal satellite: l’immagine mostrata da Google Earth lascia basiti. Come fanno Regione e Comune a non vederlo? La motonave è utilizzata da qualcuno come abitazione, e “difesa” da almeno due cani. Ebbene, la domanda che si pone chiunque ami questa città è soprattutto questa: com’è possibile tutto ciò?». Lo ha dichiarato Sergio Iacomoni, detto “Nerone”, presidente del Movimento Storico Romano.

«La competenza delle aree golenali del Tevere è della Regione Lazio – continua Iacomoni – Il Campidoglio, da parte sua, dovrebbe essere non poco preoccupato per la nave in decomposizione, per le sue immagini che fanno il giro del mondo. Eppure, in 13 anni, nessuno s’è preso la briga di spostare il Tiber II e di sanare il mostruoso impatto ambientale. È chiaro che Roma non può andare avanti così».



Archeologi da scoprire

I NUMERI DELLA VERGOGNA - 1 Archeologo per ogni 2 comuni Italiani.
In Italia operano circa 4500 archeologi, dei quali più di 3500 svolgono la professione fuori da enti pubblici, 400 operano nel MiBACT, 371 all'interno del MIUR e 86 nel CNR.
In Italia occorreranno almeno 20.000 archeologi.
L'ITALIA E' IL PAESE DELLA STORIA, DELLA CULTURA E DELL'ARTE.

La passeggiata di Roma

Un sogno nel mio cassetto: Via dei fori Imperiali viva!
due corsie per i pedoni a ridosso dei Fori per passeggiare respirando aria dell'Antica Roma e godere dello splendido paesaggio, una corsia a senso unico per auto di soccorso e 2 navette elettriche che girano in continuazione Colosseo - Fori Imperiali - Piazza Venezia - Circo massimo - Via di San Gregorio - Colosseo. il resto Gazebo bar-ristorazione amovibili realizzati in legno con disegno compatibile con il "sacro luogo"…tavoli sedie e ombrelloni a go-go! AVANTI CON I PROGETTI!

Foto di Alfredo Gasparini

Seguici

I candidati del MOVIMENTO STORICO ROMANO
Un po’ soldati un po’ martiri, per cosa combattiamo? Combattiamo per cosa crediamo e credono tutti gli esseri umani che vivono su questo pianeta, combattiamo per la serenità, per la giustizia, per il benessere, ma soprattutto combattiamo per far diventare Roma ciò che merita, Roma la grande Roma trascurata, dimenticata, oscurata, combattiamo per far tornare il sorriso a chi la abita, a chi la vive, a chi la visita e a chi la ama, probabilmente non vinceremo ma sicuramente lasceremo un segno nella sua storia, la politica ha radici troppo profonde per poterle sradicare ma potremmo dire di averci provato. Potrai dire: ho fatto la mia parte, Roma ti ho dedicato la cosa più preziosa che ho, il mio tempo!

Chi viaggia con il cuore arriva sempre a destinazione

STIAMO PROGETTANDO UNA MACCHINA STUPENDA, NESSUNO LA FERMERA'!

Come uccidere una Città

2+2=4

La razionalità della matematica elementare sarà la nostra forza.

A chi piace la prepotenza, la disonestà, l’arroganza, il degrado, l’incuria, ……..????

A NESSUNO!

La differenza la fa di come ci si rapporta con questi problemi.

Vietare è molto più facile che regolamentare!

Ma quando si vieta e proibisce si colpiscono soprattutto le persone ONESTE, “PER COLPA DI QUALCUNO NON SI FA CREDITO A NESSUNO”.

Bastano pochi malfattori per penalizzare decine di migliaia di persone oneste.

Scalinata Trinita dei Monti.

Prima: migliaia di romani e turisti seduti con chitarre, panini, un momento di relax, un luogo di incontro e socializzazione, qualche incivile lascia cartacce e lattine sulla scalinata, SORVEGLIANZA ZERO!

Adesso: scalinata completamente vuota, vietato sedersi SORVEGLIANZA 4 VIGILI URBANI.

Sembra che i nostri governanti preferiscano avere una bella città morta piuttosto che una brutta città viva, quando con pochi accorgimenti potremmo avere una BELLA CITTA’ VIVA.

città morta
Città viva

Pilulas   27 dicembre MMXX


Roma vale l’impegno di una vita per un mandato?

Parliamo di Aree Archeologiche, cosa possiamo fare per valorizzare questi luoghi-culto del turismo mondiale?

Attrarre cittadini europei e del mondo, sempre più colti, che vedono in Roma il riferimento di molte civiltà. Il loro tour romano diviene quindi un viaggio interiore ricercato nel corso della vita e che coronano con gioia.

Gioia deve essere il nostro motto nell’accoglienza turistica, La gioia deve essere trasmessa dai cittadini di Roma ai turisti. Occorre mantenersi in serenità, sentirsi convintamente parte di questo immenso patrimonio, ovvero occorre essere Cives Romanum.

Nei prossimi giorni attraverso le pillole di pensiero daremo la nostra ricetta affinché Roma divenga la prima città al mondo per flusso turistico. Valete!

Giammarino M. Colnago                                                 Movimento Storico Romano