PROGRAMMA


LE XII TAVOLE DELLA LISTA NERONE




I - ROMA ETERNA
Roma Universale

1) RIFACCIAMOLA!
Roma è Roma. Nel 2009 le hanno cambiato il nome in <<Roma Capitale>>. Ripristinare il nome della città eterna <<ROMA>>, che solo Commodo osò cambiare fino a che non fu ucciso. Va modificata la legge 42 del 2009, art. 24. Che poi sia caput mundi lo sanno tutti. Che sia la Capitale della Repubblica lo dice già l'art. 114 della Costituzione dalla revisione del 2001. Lo stesso art. 114, prevedendo un ordinamento speciale per la Capitale, prelude alla futura attribuzione di poteri speciali.


2) CELEBRIAMOLA!
Le feste e le ricorrenze di Roma devono essere Patrocinate, pubblicizzate e celebrate con la partecipazione popolare più ampia incoraggiata dall'Amministrazione. Dal Natale di Roma al Carnevale. Dalle Idi di Marzo alla Secessione del Popolo sul Monte Sacro. Da San Giovanni ai Santi Pietro e Paolo. Dalla Madonna Fiumarola alla Festa de no’antri. Dalla girandola alla Befana. Dalle XII Tavole alla Battaglia di Ponte Milvio.

3) CONVOCHIAMOLA!
Una volta all'anno in Campidoglio si terrà una seduta della Assemblea Capitolina allargata a 1 delegato (legatus) da ogni Provincia del mondo, dentro e fuori dal limes dell'Imperium (Senatus mundi). Si celebrerà l'universalità dell'amore di Roma e per Roma. Con l’amministrazione Nerone la Città diventerà sede ufficiale della “Festa dei Popoli Europei" e della "Festa dei popoli del Mediterraneo”

4) ESALTIAMOLA!
L'universalità di Roma si esalta anche con la Celebrazione a rotazione (gemellaggi, degustazioni, spettacoli) delle popolazioni italiche e di ogni parte del mondo che guardano a Roma con sentimenti di amicizia, ammirazione, condivisione.

5) ONORIAMOLA!

Onorare la storia e il popolo di Roma significa anche riconoscere la grandezza e la fierezza dei suoi eroi e persino dei suoi antagonisti. Vanno realizzate due statue, da dedicare a Spartaco e a Menenio Agrippa a Monte Sacro, e un piccolo parco della rappacificazione e del riconoscimento dei popoli del mondo con le statue dei più acerrimi nemici di Roma (Brenno, Annibale, Pirro, Viriato, Vercingetorige, Arminio, Decebalo, Buticca, Zenobia,Fritigerno, Alarico, Attila).


II - IN NOME DEL POPOLO ROMANO

Democrazia, burocrazia, partecipazione, decentramento, sovranità popolare, trasparenza

  1) TOGLIAMOLE!
Le poltrone politiche sono troppe anche in Campidoglio, dove il ruolo del singolo Consigliere eletto con poche preferenze personali è spesso insignificante rispetto a quello del Sindaco. Togliamo 15 seggi nella Assemblea Capitolina e diamoli di diritto ai 15 Presidenti ('mini-Sindaci') di Municipio che saranno così anche Consiglieri comunali di Roma (ma senza indennità aggiuntive) e sul territorio in cui sono rispettivamente eletti bilanceranno il potere del Sindaco senza che venga meno la 'stabilità di governo' (visto che la loro elezione è contemporanea a quella del Sindaco). Occorre una modifica legislativa. Solo con questa riforma, piccola ma dirompente, i cittadini romani cominceranno a incidere davvero sulle scelte amministrative, a partire dai loro quartieri, 'dal basso'.

2) DECENTRIAMOLA!
Va potenziato il decentramento a favore dei Municipi (dalle regiones Romae, dai vici e vicomagistri di Augusto, e più tardi dai Capirioni medievali) ad esempio nel settore del verde pubblico e dei cartelloni pubblicitari. La soluzione tecnica può essere l'inversione della clausola di competenza con norma statutaria e regolamentare (dire cosa fa il Campidoglio)

3) AIUTIAMOLI!
Istituiamo in ogni Municipio un Patronato civico di quartiere - anche tramite professionisti volontari - che assista i cittadini e canalizzi le loro istanze e ricorsi gratuiti in tema di accesso ai documenti, al Difensore civico regionale o metropolitano (finchè non verrà ripristinato il Difensore civico capitolino). E' sufficiente introdurlo nei regolamenti dei Municipi, in attesa di un riconoscimento nel regolamento comunale sul decentramento o di una modifica della Legge regionale 17/1980.

4) TESTIAMOLI!
Narco-test per gli eletti in Campidoglio. Solo in tal modo saremo sicuri che nei Palazzi comanda il popolo e non la coca.

5) ACCORCIAMOLI!
I nomi chilometrici degli uffici del Comune e delle partecipate. Sono spesso inutili pennacchi che complicano ulteriormente la vita al cittadino.


6) DEMOCRATIZZIAMOLA!

 Democratizzazione della città metropolitana di Roma Capitale, la quale è per legge governata dal sindaco del comune capoluogo: in attesa della riforma elettorale per la elezione diretta di sindaco e consiglio metropolitano, resa assai complicata dalla legge Delrio 56/2014, introdurre la sfiducia costruttiva per il sindaco metropolitano.

7) CACCIAMOLI!

licenziare e mai piu assumere i dipendenti pubblici condannati per violenza sessuale introducendo norme statutarie e regolamentari in attesa di una modifica legislativa.

8) PUBBLICHIAMOLE!

divieto di oscurare le ordinanze le deliberazioni e le determinazioni anche dopo il periodo di pubblicità legale

9) SPERIMENTIAMOLE!

assunzioni a tempo determinato per 20 anni in comune e città metropolitana.

10) DECRITTIAMOLE!

Basta multe rebus. multe facili e riscossioni tributi facili sui modelli comunali col riepilogo della questione contestata al cittadino.

11) EVIDENZIAMOLI!

doppio cognome (paterno e materno, ove esistenti) per la partecipazione a qualunque concorso comunale e metropolitano: norma antiparentopoli.

12) NON ASSUMIAMOLI!

 Norma antiassunzione di politici in carica in comune e città metropolitana.


III - ROMA SACRA

Rapporti con il Vaticano, con le confessioni religiose, jubilei, pellegrinaggi e libertà di culto


1) INVITIAMOLO!
Nello statuto di Roma Capitale va previsto che nell'Assemblea capitolina un seggio di osservatore permanente (senza diritto di voto) sia riservato a un delegato del Sommo Pontefice. E' un segno di rispetto e uno strumento di comunicazione per chi ha governato Roma per un millennio e mezzo.

2) COINVOLGIAMOLI!
Nei regolamenti di tutti i Municipi di Roma Capitale deve essere prevista la partecipazione di diritto alle Consulte territoriali dei rappresentanti delle comunità religiose attive sul territorio che abbiano stipulato una intesa con lo Stato italiano anche ai sensi dell'art. 8 Cost.



IV - ROMA CITTA' DEL TURISMO E SPETTACOLI -


Strutture ricettive, mobilità turistica, musei, mostre, siti turistici, grandi eventi culturali e di spettacolo



1) RILANCIAMOLA!
Turismo e Cultura, le due carte vincenti per una città come Roma sempre dormienti e mai giocate nel modo giusto. É ora di cambiare passo!!!
A) incentivare e facilitare aperture di attività turistiche
B) incentivare e detassare l’occupazione del suolo pubblico per tavoli all’aperto, e attività turistiche-culturali e di spettacolo.
C) pedonalizzare via dei Fori Imperiali e posizionarvi 2/3 strutture prefabbricate compatibili con contesto storico archeologico paesaggistico con servizio Bar-Ristorante e bagni pubblici con apertura continuata
D) Rilanciare una “movida” responsabile e il ritorno della dolce vita dando la possibilità a tutte le attività connesse di essere aperte 24 ore su 24.
E) Organizzare un Gruppo di polizia Interforze dedicate al Servizio Turistico con incarico di controllo su borseggi, scippi, truffe, delinquenza e abusi.
F) Rivedere tassa d’ingresso ai bus turistici e predisporre maggiori punti per carico e scarico in prossimità di luoghi di interesse turistico-culturale della Città.-
G) Mettere a reddito tutti i siti archeologici minori in accordo con la Soprintendenza affidandoli ad Associazioni che ne cureranno l’aspetto e le tuteleranno la conservazione.
H) Ripristinare la possibilità di sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti garantendo il passaggio con i dovuti controlli per scoraggiare vandali e maleducati.

2) VOTIAMOLA!
Ai turisti in partenza deve essere dato modo di dare le pagelle alla Capitale per aiutarla a migliorare.

3) GALOPPIAMOLA E TROTTIAMOLA!
Nei giorni delle Feste romane allestire spettacoli rievocativi con le bighe al Circo Massimo e nuova regolamentazione per le tradizionali botticelle, nel rispetto dei diritti degli animali.




V - ROMA CITTA' D'ARTE E CULTURA


Roma città della musica, teatro, danza, pittura, scultura, artigianato, editoria, moda, scienza, scuola, università


1) CANTIAMOGLIELE!
Facciamo ascoltare ai romani le note della musica tradizionale e popolare romana e italiana, ad esempio sponsorizzando gli zampognari (che non saranno più costretti a chiedere l'elemosina) in ogni Municipio nel mese di dicembre e fino all'Epifania e organizzando il Festival annuale 'Romolo & Remo' dedicato alla canzone romana di diversi generi, alla poesia, al teatro e alla comicità.

2) PARLIAMOLO!
Valorizzazione della lingua latina e del dialetto Romanesco

3) GUARDIAMOLE!
Sfilate di moda e mostre d’arte a Trinità dei Monti e sui Ponti storici aperte al popolo.


4) RILANCIAMOLI!
Rilancio dei percorsi culturali nei quartieri dove sono celati tesori di storia e cultura mai valorizzati, oggi portati all’attenzione dei cittadini solo nelle giornate del FAI, come ad esempio il Mausoleo all’interno del Monte del Grano, la storia degli 11 Acquedotti Romani del parco omonimo, affidandone la gestione a cooperative, Associazioni o gruppi di archeologi e cittadini, già operanti nel quartiere.

5) AFFIDIAMOLI!
A Roma ci sono 135 luoghi di visita tra monumenti, musei e siti archeologici di epoca Romana. Essi rappresentano una risorsa culturale ed economica. Sono gestiti da Zetema (n°27), dal Comune (n°28) dal MIBACT (n°37), Parco archeologico del Colosseo (n°10), COOPculture (n°10), Presidenza della Repubblica (n°4), Altri Enti(n°19).
Ben 61 sono chiusi tra cui 18 sono quelli gestiti dal comune.
Si propone una strategia d’intervento per la valorizzazione del patrimonio culturale e, in particolare, dei siti archeologici,
affidando la gestione dei siti in particolare quelli chiusi, con un capitolato che ne definisca   tempi e modalità,   senza costi per le  casse comunali coinvolgendo le associazione di rievocazione storica.





VI - ROMA CITTA' DELL'UGUAGLIANZA E DEL LAVORO

sussidi, cittadini extraUE, disagio, disabilita', disoccupazione, commercio, ristorazione, agricoltura, servizi, attività produttive, lavori autonomi, associazioni e professioni sportive,

1) DISTRIBUIAMOLO!
In tutti i Municipi, sotto il controllo del Servizio sociale, deve essere avviata la quotidiana distribuzione straordinaria di pane, pasta biscotti e altri generi alimentari alle famiglie bisognose che ne facciano richiesta senza eccessi di burocrazia, viste le drammatiche conseguenze economiche della pandemia. Tale servizio affiancherà il prezioso lavoro delle associazioni di volontariato.

2) TAGLIAMOLE!
Tagliamo le tasse di occupazione suolo pubblico per i tavolini all'aperto e per le insegne dei negozi, nonché per le mini-pubblicità sui parapedonali che proteggono i marciapiedi - curati dai privati affidatari - nelle vie trafficate

3) FACILITIAMOLI!
L’apertura di Botteghe artigiane, restauratori, artisti, falegnami, liutai, corniciai, ecc.

4) ASSUMIAMOLI!
L'area metropolitana è piena di “tesori” nascosti o abbandonati servono centinaia di Archeologi per riportare alla luce, studiare, catalogare, conservare, gli innumerevoli siti archeologici disseminati ovunque.




VII - ROMA CITTA' DI MURA E CASE


Case popolari, edilizia, urbanistica, urbanizzazioni, architettura e arredo urbano


1) APPLICHIAMOLO!

appena verranno democratizzate le città metropolitane, l'art 1.44 della legge 56/2014 che attribuisce alla città metropolitana la pianificazione territoriale generale.

2) TRACCIAMOLO!

un pomerio verde all'esterno del GRA

3) DOTIAMOLI!

i quartieri romani di una gamma di servizi e strutture obbligatorie al di sopra di un determinato numero di abitanti per fissare standard inderogabili di vivibilità.

4) COMPLETIAMOLI!
E’ necessario che siano completati i Piani di Zona. Uno
 strumento urbanistico attuativo che ha lo scopo di reperire ed acquisire le aree da destinare alla costruzione di alloggi a carattere economico e popolare insieme alle opere ed ai servizi complementari.

5) SBLOCCHIAMOLE!
Vanno sbloccate le opere e i progetti strategici nei municipi, che sono fermi e invece vanno rilanciati e completati utilizzando le risorse del recovery fund. Va rilanciata la costruzione di nuovi asili nido nelle zone periferiche.

6) FORNIAMOLI!

Alloggi a prezzi calmierati, sia in proprietà che in locazione, a soggetti con determinati requisiti, con particolare attenzione rivolta alle giovani coppie.

7) RILANCIAMOLA!

l'edilizia residenziale economica e popolare pubblica senza consumo di suolo ma riqualificando aree degradate

8) CONCLUDIAMOLE!

Le opere di urbanizzazione a scomputo, da parte del Comune di Roma, che sovente non sono fruibili  per  mancato collaudo delle opere.

Numerose sono opere e strutture pubbliche inutilizzabili all’interno dei quartieri periferici di Roma che risulterebbero da molti anni in attesa di essere rimessi all’uso della collettività.

9) SPERIMENTIAMOLA!

una riqualificazione urbana attraverso la sperimentazione di una rottamazione edilizia appunto "sperimentale" con il consenso dei proprietari/assegnatari di caseggiati pilota, ridando case nuove ai proprietari/assegnatari…

10) ASSUMIAMOLI!

1 Geologo e 1 Archeologo di quartiere per ogni municipio di Roma.



VIII - ROMA CAPITALE DELLE STRADE

https://youtu.be/r8AjivLqjiQ

Sicurezza stradale, Traffico, Viabilità, pedoni, biciclette, manutenzione, parcheggi, trasporto pubblico e privato

1) PEDONALIZZIAMOLA!
L'area del Colosseo e Via dei Fori Imperiali va pedonalizzata. L'aria sarà più pulita, il cielo più limpido.

2) RIMETTIAMOLI!
Sui bus ripristinare il bigliettaio con funzioni di Cicerone sulle linee più utilizzate dai turisti. Quando il passato aiuta il futuro.

3) SPERIMENTIAMOLI
I taxi-bus, taxi collettivi (con eventuale divisori interni) a percorso deciso dal primo cliente, con destinazione segnalata da display e con salita a richiesta alle fermate bus. Va modificato il regolamento comunale taxi.

4) PEDALIAMOLA!
Veni, vidi, bici avrebbe detto Cesare ai giorni nostri. A patto che le piste ciclabili fossero quotidianamente manutenute in perfette condizioni dalle istituzioni del territorio.

5) RINFRESCHIAMOLA!

Tutta la segnaletica orizzontale è spesso invisibile soprattutto le strisce pedonali


6) MONITORIAMOLI!

 i sinistri stradali con mappatura informatizzata

7) PROTEGGIAMOLI!

i marciapiedi con i parapedonali pubblicitari e con adozione dei marciapiedi sotto sorveglianza dei municipi

8) CONGIUNGIAMOLO!

Anello ferroviario

9) EQUIPARIAMOLI!
Equipariamo i cittadini di Roma a quelli di Fiumicino con riguardo alle tariffe di Trenitalia per raggiungere l'Aeroporto.

10) PROLUNGHIAMOLE!

Prolungare le Metropolitane esistenti fino a congiungerle fino al GRA.

11) POTENZIAMOLE!

Linee filo-tranviarie

12) NAVIGHIAMOLO!

Il Tevere, riqualificare e rendere navigabile turisticamente fino ad Ostia





IX - ROMA CITTA' DEL FUTURO
Innovazione logistica e infrastrutturale, grandi opere

1) REALIZZIAMOLA!

Fonopoli città della Musica, Idea di Renato Zero

 2) RECUPERIAMOLI!
Recupero di Stadio Flaminio, Palazzetto dello Sport.

e vecchia Fiera,

3) COMPLETIAMOLI!

Vela di Calatrava e i restauri ex mercati generali, ex Mattatoio.

4)UNIFICHIAMOLO!

Recuperare e riqualificare e unificare se possibile, il Parco archeologico dell’Appia Antica in un unico municipio



X - ROMA CITTA' DELLA NATURA E DEL BENESSERE
I 4 elementi (aria, acqua, terra, fuoco), il verde e parchi, gli amici animali, i rifiuti, la salute, le terme, i laghi, il mare, i depuratori

1) CURIAMOLE!
Le aree di verde pubblico di quartiere, con attrezzature sportive, panchine, pensiline e giochi per bambini, oggi trascurate o abbandonate, vanno gestite dai Municipi, devono essere all’occorrenza recintate, monitorati, regolamentate ed affidate ad associazioni che ne curino la custodia h24.

2) SISTEMIAMOLI!

i Parchi e i grandi Giardini Pubblici con il monitoraggio delle alberature, eliminazione dei monconi di alberi caduti o abbattuti,

3) COLTIVIAMOLA!
Nel regolamento edilizio vanno introdotte norme a favore della creazione di orti urbani condominiali anche pensili o di quartiere.

4) RIPIANTIAMOLI!
Riprendiamo la pratica virtuosa di mettere a dimora un albero per ogni nuovo/a nato/a.  

5) PROTEGGIAMOLI!
I famosi 'leoni' di Roma... proteggiamoli! Realizziamo una rete internazionale di webcam sulle colonie feline storiche di Roma, istituendo il premio 'Romeo' per il gatto dell'anno e il miglior curatore di una colonia.

6) AMMIRIAMOLA!
Valorizziamo i belvedere, gli affacci panoramici, l'osservatorio astronomico.

7) RIACCENDIAMOLO!
Il sacro fuoco eterno di Roma come segno di speranza imperitura.

8) RIDUCIAMOLI!
Entro il 2030, ridurre in modo sostanziale la produzione di rifiuti attraverso la prevenzione, la riduzione, il riciclo e il riutilizzo”

9) DECENTRIAMOLO!
a livello Municipale il controllo sulla raccolta dei rifiuti.

10) IMPLEMENTIAMOLE!

Isole ecologiche nei Municipi equiparando la Capitale ad altre città Europee.

11) COINVOLGIAMOLI!

I Condomini e le attività commerciali nella pulizia dei marciapiedi antistanti con esenzione da alcuni tributi.

12) RESTITUIAMO!

a Roma la sua “Grande Bellezza” partendo dalle periferie, migliorando la luminosità che in alcuni quartieri è stata ridotta con la motivazione del risparmio energetico, sostituendo i lampioni con i LED appropriati. Oggi invece molti quartieri risultano al buio.

13) SPEGNAMOLI!
Per concorrere alla prevenzione-incendi e per evitare spreco di acqua potabile va favorita a livello di regolamento edilizio la realizzazione di cisterne per la raccolta di acqua piovana.

14) VALORIZZIAMOLA!
Valorizziamo Roma e la Città Metropolitana a cominciare dai suoi Porti: quelli antichi, come Ostia antica e il Porto di Traiano e Claudio (dove immaginare rievocazioni con spettacoli nautici) e quelli moderni, posti all'interno della Città metropolitana.

15) SEPARIAMOLI!

I ruoli di chi gestisce la raccolta differenziata da chi gestisce l’indifferenziata.

16) APPLICHIAMOLO!

l’art. 197 comma 1 del decreto 152/2006 portando in consiglio Metropolitano la deliberazione sulle aree idonee e non idonee agli impianti di rifiuti.

17) RIBEVIAMOLA!
Riscopriamo e valorizziamo le acque minerali del territorio di Roma.

18) RITEMPRIAMOLI!
Allestiamo alcuni collegamenti dedicati al ristoro termale tra Roma e le terme del Lazio per i turisti e i romani.

19) LIBERIAMOLI!
Liberare gli istinti fisiologici regolamentando i bagni pubblici e degli esercizi privati (Vespasiano docet!).


XI - ROMA CITTA' DEL DIRITTO E DELLA SICUREZZA
Legalità, incolumità, lotta alla criminalità, vigilanza urbana, educazione civica


1) VIGILIAMOLA!
Una quota significativa dei vigili urbani di Roma (dalle cohortes vigilum), ma anche i geometri dei Servizi Tecnici Municipali, devono essere assegnati (stabilmente e con rotazioni periodiche) a un quadrante del Municipio.

2) TAPPATELE!
I politici condannati con sentenza definitiva per crimini contro Roma dovranno essere avviati, per un reinserimento nella società, a lavorare per la Città Eterna sotto controllo anche delle autorità capitoline, ivi compreso per tappare le buche stradali.


3) RASSICURIAMOLI!

Istituire un corpo di Polizia Urbana Turistica con il compito di informare, vigilare e tutelare i turisti. Ripristino del poliziotto/vigile di quartiere. Favorire la presenza periodica di corpi stranieri di polizia locale per un miglior controllo della criminalità straniera e ausilio ai turisti stranieri.


4) DELEGHIAMOLI!

In ogni Municipio gli assessori alla scuola avranno altresì la delega politica alla sicurezza della sede scolastica e dell’accesso alla medesima in coordinamento all’Assessore alla Viabilità/vigilanza urbana.



XII - AMOR-ROMA
Coppie, famiglie, bambini, anziani, socialità, solidarietà


1) COCCOLIAMOLI!
Gli sposi di prime o seconde nozze che vogliono unirsi o riunirsi a Roma in nome dell'amore devono essere attirati a venire e soggiornare nella Città Eterna con offerte e servizi speciali agevolati/garantiti dalle Istituzioni. Abolire per loro la tassa di soggiorno e la tassa prevista per i non residenti.

2) REGOLAMENTIAMOLO!
L'amore clandestino va indotto a spostarsi dalle zone intensamente abitate a luoghi sicuri e sorvegliati con discrezione, nel rispetto delle leggi vigenti.

3) EDUCHIAMOLI!
Educhiamo i bambini all'amore per Roma avvicinandoli alla storia, alla cultura e alle sue tradizioni anche con il gioco. Coinvolgendo le biblioteche municipali con la presenza di personale qualificato (archeologi, naturalisti, ecc)