Giuseppe Turrisi

Classe 1968, nato in Svizzera da genitori Siciliani emigrati, cresciuto in Sicilia fino al primo diploma di magistrale ottenuto a Catania nel 1986. Nel 1988 si trasferisce a Roma e qui si innamora della “città eterna” e della “città aperta”, una città che all’inizio sembra dura ma poi diventa accogliente per ogni figlio che la rispetta e la ama.

Intraprende altri studi e diventa Perito Industriale e si iscrive all’ordine per l’esercizio della Professione. Lavora sia come imprenditore, sia come tecnico per medie e grosse imprese nel settore degli impianti del settore privato ma con attività di appalti pubblici e privati.

Ha svolto in passato volontariato presso la carità diocesana di Roma e altri enti.
Coltiva diversi interessi come la “comunicazione sociale”, la economia, la sicurezza sul lavoro ed altro.

Ha svolto attività socio-culturali attraverso associazioni tra cui “convegno storia” da lui stesso co-fondata e già al 10 anno di attività, più altre attività di libera informazione con l’accademia della libertà sui social.

Ha militato in un altro partito fino al 2000, poi per incompatibilità di metodi e finalità ha deciso di fermarsi.

Conosce le bellezze di Roma, ma anche le sue potenzialità, ed ogni giorno soffre nel vedere una città unica al mondo, trattata male alla stregua dell’ultima provincia italiana, tra cui il continuo abbandono ed il decadimento progressivo. È necessario mettere immediatamente mano prima che arrivi il peggio del peggio.

Il riferimento alla Roma antica, all’orgoglio di essere romani, e di un modello di diritto e di organizzazione funzionanti per secoli, in questo momento potrebbero e sono l’unica via possibile. La citta merita il meglio.